Recensione

DOVE SEI

Il fumetto di esordio di Benedetta C. Vialli è ambientato un secolo fa in Tirolo, quando la Grande Guerra era appena finita e l’epidemia di Spagnola non dava pace.

testo di Davide Torri, illustrazioni di Benedetta C. Vialli

27/11/2021
2 min
Fumare fa bene, ma devono essere Sigaretten.

Sigaretten è una comunità possibile nell’atto creativo. Un progetto nuovo, nato dall’urgenza e dalla necessità di alcune persone, tutte diverse. Una storia nuova che vogliamo raccontare  perché così si legge dal sito del collettivo di artisti, alcuni poco conosciuti altri più e, insieme, una squadra quanto mai polifonica e colorata. Sigaretten nasce a Bologna pochissimo tempo fa, proprio quando l’emergenza sanitaria che ha colpito l’intero mondo si faceva cruenta, prende il via da una sfida non riuscita –un vecchio distributore di sigarette che non ha voluto diventare altro – per diventare poi una collana editoriale di libri, pubblicati da una prestigiosa casa editrice (la Squadro Stamperia Galleria d’Arte) diversi per forma e linguaggio, che hanno il disegno come comune denominatore. Sigaretten accoglie fuoriclasse, fuoriclasse riconosciuti dal grande pubblico e fuoriclasse che ancora non lo sanno di essere.

Sigaretten è anche la casa di Benedetta Claudia Vialli che per noi di altitudini.it è senza dubbio una fuoriclasse. Una casa luminosa ed ospitale, tanto da pubblicare il suo primo vero libro a fumetti. Graphic novel, romanzo a fumetti, chiamatelo come preferite: Dove Sei, pubblicazione n. 17 della collana, va letto, coccolato, tenuto sul comodino a lungo, a fianco magari di un romanzo di Wiechert, aprendo, prima di spegnere la luce, qualche pagina a caso per ritrovarsi nelle linee chiare di Benedetta. Magari proprio le prime dove la protagonista lascia il suo piccolo paese tra le montagne per Vienna, o quelle che ci raccontano, ancora una volta ma mai inutilmente, del macello assurdo che è la guerra o quelle con gli splendidi campi lunghi che ci portano in luoghi dove solitudine e delicatezza lasciano tracce tra i sentieri nel bosco.

Sono l’azzurro, nelle sue sfumature, e il bianco abbagliante a battere il tempo di questo racconto perfetto, lento e per nulla accomodante. Le donne protagoniste si contrappongono, senza una vera lotta, in una città e tra gente segnate dalle macerie, attraverso una lettera. Di un figlio, di un amante, di un viso tra i tanti che si disperde nel bianco della neve e dei ricordi che scompaiono. Perchè di questo parla Dove Sei, dell’urgenza di non dimenticare.

Non dimenticare il dolore, non dimenticare l’amore.

Dove sei

Autore: Benedetta C. Vialli
Editore: Squadro Edizioni Grafiche / Collana Sigaretten, 2021
Pagine: 109
Prezzo di copertina: € 22,00

Squadro Edizioni Grafiche

Davide Torri

Davide Torri

Insegnante di educazione fisica. Da diversi anni promuove iniziative dedicate alle terre alte (e anche alle montagne di mezzo). Ha prodotto documentari e spettacoli teatrali, organizzato convegni, incontri, mostre, costruito progetti di microeconomia alpina, pubblicato saggi e ricerche: il tutto dedicato alle montagne e alla gente che sopra ci vive (in pace). Collabora con altitudini da molto tempo.


Il mio blog | Scrivo su altitudini.it da molto tempo. Mi piace starci perché, nonostante sia virtuale, è un luogo dove la concretezza delle persone e delle montagne è sempre lì: da toccare.
Link al blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Esplora altre storie

La montagna, la scultura e la poesia sono le cose che più ha amato... La montagna, la scultura e la poesia sono le cose che più ha amato e continua ad amare Ferruccio Svaluto Moreolo, per gli amici...

Il clima qui è proprio un altro. Ricordo quando l’anno scorso sono arrivato in... Il clima qui è proprio un altro. Ricordo quando l’anno scorso sono arrivato in aereo ad Edimburgo verso sera. Nuvole scure, temperature basse. Pioggia...

Valentina e Alberto nel loro primo trekking scoprono come in Patagonia la natura concede... Valentina e Alberto nel loro primo trekking scoprono come in Patagonia la natura concede il giusto tempo ad ogni cosa. Basta non avere fretta....

L’alpinismo, come istintiva tendenza all’ascensione, ha un ruolo fondamentale nella letteratura, nell’arte, nella musica... L’alpinismo, come istintiva tendenza all’ascensione, ha un ruolo fondamentale nella letteratura, nell’arte, nella musica e nel cinema. ...

«Era il 1963, mese di luglio», inizia così in una piovosa serata d’autunno il... «Era il 1963, mese di luglio», inizia così in una piovosa serata d’autunno il racconto di mio padre che riguarda un luogo da noi...

Alle 6.30 suona la sveglia e inizio a prepararmi. In pochi minuti ho chiuso lo... Alle 6.30 suona la sveglia e inizio a prepararmi. In pochi minuti ho chiuso lo zaino e indossato tutti i vestiti tecnici. Scendo le scale...

Nella seconda e ultima parte del racconto di Andrea Nicolussi Golo, il vecchio lascia... Nella seconda e ultima parte del racconto di Andrea Nicolussi Golo, il vecchio lascia Venezia per raggiungere le montagne dell'Altopiano dei Sette Comuni. Protagoniste...

Un lungo trail da percorrere con una mountain bike o con una gravel attraverso... Un lungo trail da percorrere con una mountain bike o con una gravel attraverso le Prealpi Trevigiane ...