Loris de barba_01

E’ pomeriggio inoltrato quando lasciamo la valle del Mis.
All’imbrunire raggiungiamo il bivacco Valdo (1540 m) dove passeremo la notte. L’indomani partiamo di buon’ora con una fitta nebbia che ostacola il cammino e impregna di umidità ogni cosa. Fra fitti mughi arriviamo alla base della Cima Ovest dei Ferùch, circa un centinaio di metri a monte di forcella Zana (1670 m). Saliamo un canalone con vari salti e paretine rocciose fino alla cresta spartiacque, a poca distanza dalla cima Cima Ovest dei Ferùch (2098 m). Intanto la nebbia si è diradata e ci regala un magnifico colpo d’occhio sul circo della Boràla e sull’intera catena dei Monti del Sole. Ora procediamo a saliscendi, aggiramenti di costole secondarie, esposte cenge e creste dentellate.
E’ un ambiente aspro, selvaggio, affascinante. E’ la natura primordiale dei Monti del Sole.
Superiamo in sequenza la Cima Larga (2058 m), l’ardita Torre dei Ferùch (2119 m) e la Cima della Boràla (2137 m). Infine per una esile cresta tocchiamo la base della Cima Est dei Ferùch (2134 m) che saliamo per la via normale. Su esili tracce scendiamo verso la forcella dei Pón (1941 m) dove troviamo il sentiero che ci riporta al bivacco Valdo. Recuperiamo il materiale da bivacco e ritorniamo in valle del Mis.
E’ bene precisare che si tratta di una attraversata di un certo impegno, tipica dei viàz, con difficoltà di 1°, 2° e passaggi di 3°. E’ necessario sapersi destreggiare bene su queste difficoltà in arrampicata libera, poiché procedere in cordata allungherebbe di molto il tempo di percorrenza. Utile la corda per fare una doppia di 30 metri ed eventualmente da usare in qualche passaggio più ostico.

1. L’alba, salendo la Cima Ovest dei Ferùch (©loris de barba)

1. L’alba, salendo la Cima Ovest dei Ferùch (©loris de barba)

Gendarmi sul crinale (©loris de barba)

2. Gendarmi sul crinale (©loris de barba)

6. Terreno impervio nelle vicinanze di Cima Larga (©loris de barba)

3. Terreno impervio nelle vicinanze di Cima Larga (©loris de barba)

4. Dietro l'avancorpo di Cima Larga appare il gruppo della Schiara (©loris de barba)

4. Dietro l’avancorpo di Cima Larga appare il gruppo della Schiara (©loris de barba)

5. Monti del Sole in prossimità della Cima della Boràla (©loris de barba)

5. Monti del Sole in prossimità della Cima della Boràla (©loris de barba)

6. Passaggio vertiginoso oltre la Cima della Borala (©loris de barba)

6. Passaggio vertiginoso oltre la Cima della Borala (©loris de barba)

7. Tra le nebbie emerge la sagoma imponente della Cima Bus del Diàol (©loris de barba)

7. Tra le nebbie emerge la sagoma imponente della Cima Bus del Diàol (©loris de barba)

8. Discesa dalla Cima Est dei Ferùch (©loris de barba)

8. Discesa dalla Cima Est dei Ferùch (©loris de barba)

9. In discesa dalla Forcella dei Pón (©loris de barba)

9. In discesa dalla Forcella dei Pón (©loris de barba)

10. Sul sentiero per il Bivacco Valdo (©loris de barba)

10. Sul sentiero per il Bivacco Valdo (©loris de barba)

 foto-reportage: “Nella nebbia tra le Cime dei Ferùch

#microavventure
sono avventure di prossimità raccontate da altitudini.
Non c’è bisogno di volare dall’altra parte del pianeta per vivere un’avventura, grande o micro che sia.
Basta partire, l’avventura è ovunque e sta a noi cercarla. Ogni luogo, ogni giorno, ogni momento puoi trovare la tua avventura.
Documenta la tua microavventura con un foto-reportage e un breve testo e inviala alla nostra redazione.
Le migliori saranno pubblicate.
Tutte le #microavventure di altitudini.it
Tutti i post di Loris De Barba
pagina facebook di Loris De Barba