Manifesto_bwf2013_03Ventuno film per dieci appuntamenti (di cui due per bambini), in quattro sedi sono le cifre della quarta edizione del Brescia Winter Filmfest che si è aperto martedì 26 novembre a Bergamo e si conclude il 3 gennaio 2014.

BWF è una rassegna di film che ospita produzioni indipendenti, spesso anteprime, provenienti dall’Italia e dal resto del mondo. Una occasione per riflettere e scoprire nuovi modi di raccontare e vedere la montagna, la natura e la gente. In questa edizione ci sono in programma lavori eccellenti, anche di giovani filmmaker, e incontri con ospiti con cui dialogare sulle esperienze presentate sullo schermo.
Fra le novità di quest’anno ci sono le anteprime italiane di The Crash Reel diretto dalla due volte candidata all’Oscar Lucy Walker, e Steps The Rider Greener di Philipp Eyer e Stephan Hermann, oppure ancora il premiatissimo oltreoceano The Road of Karokol di Fitz Cahall e Austin Siadak, e Hiver Nomade, opera di Manuel von Sturler in arrivo dal Festival di Berlino e molti altri ancora.
Il Festival, diretto da Davide Torri, è organizzato dall’associazione Gente di Montagna e da AKU Italia con la collaborazione di CAI Sezione di Brescia, Orobie, TNF Store Brescia e il Comune di Zone.

Davide Torri_01

Davide, BWF è promosso da dall’Associazione Gente di Montagna, della quale tu sei il presidente, di cosa vi occupate?
Gente di Montagna nasce anni fa da alcuni amici che condividevano, e ancora lo fanno, una idea di montagna scarsamente retorica (sappiamo bene che la retorica ti resta attaccata alla scarpa comunque) dove i luoghi comuni costruiti dal cittadino ma anche dal montanaro stesso potessero trasformarsi in punti di incontro e, perché no, di apprezzamento reciproco. Su questo abbiamo, volta per volta, promosso convegni, stampato libri, organizzato concerti, registrato censimenti, incontrato persone, prodotto spettacoli teatrali e documentari.

Da quali pulsioni nasce questo festival?
E’ proprio nell’ambito del raccontare attraverso le immagini che ci è cresciuta attorno una rete di esperienze, contatti, lavori che è uscita dall’ambito strettamente locale (non ho detto che GDM ha pochissime decine di soci sparsi in giro per l’Italia?) diventando internazionale e eccezionalmente interattiva. Quindi abbiamo conosciuto autori di video, documentari, film, cartoni animati che, con la stessa velocità della comunicazione oggi, cambiano, migliorano, si evolvono rappresentando al meglio i tanti ma complementari modi di dirci delle montagne e di chi, per diversi motivi, ci sta sopra. Con il tempo, per empatia, simili modi di pensare, condivisione di progetti alcuni di questi autori ci sono diventati più vicini, direi amici per quanto la lingua e la distanza lo permetta. E alcuni dei loro amici sono, per la proprietà transitiva che abbiamo studiato alle medie, diventati anche nostri amici. E con tutta questa truppa di amici che fanno film, che te li fanno vedere, che apprezzano i tuoi consigli, perché non creare un contenitore che potesse darne visibilità? E nasce così il Winter Filmfest ed anche il criterio con cui i film ne fanno parte.
Non è un festival (la definizione Filmfest non deve trarre in inganno) in quanto appunto non c’è un concorso, tantomeno premi, i film vengono presentati al meglio delle possibilità tecnologiche di cui disponiamo e riconoscendo a tutti pari dignità. Anche pagando, se dovuti, i diritti di proiezione ad ogni titolo.

Con quale criterio avete scelto i film presenti in questa rassegna?
Non credo che si possa chiamare selezione perché, in effetti, non facciamo altro che mostrare quello che con lo scorrere degli anni è diventato una specie di nostro patrimonio indiretto. Una finestra che permette ad un ampio pubblico di vedere i film delle persone con cui condividiamo un pezzo di sentiero culturale comune.

Una rassegna che nel titolo porta il nome di Bergamo ma si svolge anche a Brescia.
Il Brescia Winter Filmfest si svolge nella città del colle Cidneo perché, come succede per tante nostre iniziative, lì abbiamo alcuni soci che ci hanno offerto, quattro anni fa, la possibilità di proporlo. GDM ha sede legale a Bergamo ma cerchiamo di non mangiare solo polenta e i nostri appuntamenti se ne vanno in giro parecchio.

Informazioni sul sito dell’associazione Gente di Montagna o sulla pagina facebook. I trailer dei video dei film ospiti sono disponibili sul canale Vimeo dedicato.

Programma:
Cinema Conca Verde a Bergamo
martedì 26 novembre 2013, ore 21.00 – presentazione programma e proiezione film in anteprima
Cinema Nuovo Eden a Brescia
giovedì 5 dicembre 2013, ore 20.45 – Serata inaugurale con l’alpinista e regista Elio Orlandi
giovedì 12 dicembre 2013, ore 20.45 – proiezioni
giovedì 19 dicembre 2013, ore 20.45 – proiezioni
sabato 21 dicembre 2013, ore 16.30 – proiezioni per bambini
Sala Civica del Comune di Zone (BS)
venerdì 20 dicembre 2013, ore 20.45 – proiezioni
venerdì 27 dicembre 2013 ore 20.45 – proiezioni
venerdì 3 gennaio 2014 ore 16.30 – proiezioni per bambini
venerdì 3 gennaio 2014 ore 20.45 – proiezioni

Ti suggeriamo la lettura di questi post…

Redazione altitudini.it autore del post

Red. ≈altitudini.it | La redazione di altitudini.it racconta e discute di montagna e alpinismo.

1 commento/i dai lettori

Partecipa alla discussione
  1. davide torri il4 dicembre 2013

    carissimi amici di Altitudini,
    Teddy,
    volevo solo integrare la bella comunciazione sul nostro Winter FilmFest ricordando che saremo allo SHOW ROOM AKU di MONTEBELLUNA (TV) in via Schiavonesca Priula 65, tel. 0423 303232 > sabato 7 dicembre 2013 ore 17.00 con la
    Presentazione della guida “Wild Dolomiti” a cura degli autori e la proiezione di
    WOLF MOUNTAIN PRIMA EUROPEA di Dan Duran, Brendan Nahmias, Sam Price-Waldman USA 2012, 7’
    SOPRA LA PANCA LA CAPRA CAMPA di Michelangelo Gandolfi /RSI, SVIZZERA, 2013, 52’,
    una specie di trasferta ad oriente del nostro programma. Dimenticavo che l’ingresso è gratuito.

Lascia un commento