CartolinaBC2014_02

Belluno, 1 ottobre 2014 — La giuria del concorso Blogger Contest.2014 “la mia montagna nel blog” composta dal presidente di giuria Silvano Cavallet (direttore responsabile della rivista Le Dolomiti Bellunesi), Emanuele Falchetti (giornalista professionista e redattore del mensile Orobie), Daria Rabbia (sociologa e redattrice del webmagazine Dislivelli.eu), Lucia Castelli (docente Scuola Regionale dello Sport del CONI Lombardia), Alberto Peruffo (fondatore di Intraisass, artista e attivista culturale), Elio Orlandi (alpinista e autore di documentari di alpinismo), dopo l’esame dei 60 blogger ammessi al concorso e valutate le opere (blog e post) nel loro insieme (qualità e contenuti), nonché la capacità/competenza del blogger nell’uso dello strumento multimediale, decreta vincitori della 3a edizione del Blogger Contest:

1° posto — FreFre_02 | Belluno
Non solo montagne, che a esprimersi per metafore si finisce per parlare di tutto, incluse le fughe, le piccolezze, gli incanti, le domande, l’uomo. Il blog che curo si chiama “metafore e montagne”.

simonetta_radice_022° posto — Simonetta Radice | Gignese (VB)
Giornalista pubblicista, addetta comunicazione. Da sempre amo la montagna e tutto ciò che ha a che fare con essa. Vivo tra Milano e Gignese (VB).

3° posto — Stefano Lovison Stefano Lovison_02| Padova
Lavoro presso l’Università di Padova, città dove vivo con Monica e Jack, cane meticcio. Prediligo il fondo e lo scialpinismo sulle montagne prossime alla pianura, Alpago e Lagorai, soprattutto in Dolomiti, non disdegnando le pareti glaciali e l’alta montagna o il vagabondare tra sentieri remoti e dimenticati. 
:

I tre vincitori saranno premiati (sabato 4 ottobre 2014 a Belluno, nell’ambito della manifestazione Oltre le Vette, alle ore 16.00 presso la Sala Bianchi di viale Fantuzzi) con materiali tecnici e soggiorni in quota offerti dalle aziende sponsor e con la pubblicazione di alcuni post sulla rivista Le Dolomiti Bellunesi.

Sono stati inoltre selezionali gli “inviati speciali” di altitudini.it che dal 17 al 19 ottobre 2014 saranno ospiti al Kiku. International Mountain Summit (IMS) di Bressanone:
Fre (Belluno); Simonetta Radice (Gignese, VB); Roberto Serafin (Milano); Matteo Zanga (Villa d’Ogna, BG).

Siamo alla passerella finale del Blogger Contest.2014, e questo permette di proporre qualche considerazione.
Intanto, mi pare opportuno e necessario ribadire che l’idea di sollecitare i tanti appassionati di montagna che scrivono o su un blog o su una rivista digitale, a mettersi a confronto; con l’obiettivo dichiarato di far circolare, da una parte, esperienze, emozioni e – più in generale – il proprio approccio alla montagna; e, dall’altra, il modo col quale esprimere quei sentimenti, si è rivelato più che azzeccato.
Una palmare conferma arriva dal fatto che, nel breve volgere di pochissimi anni (questa è, infatti, la terza edizione) il numero dei partecipanti è cresciuto in modo esponenziale; in numero ma anche per ciò che attiene l’area di provenienza.
Dunque, il plauso per chi questa occasione d’incontro l’ha ideata e fortemente voluta è più doveroso.
Questi dati, poi, evidenziano almeno un paio di aspetti. Intanto che il mondo della montagna – in tutta la sua variegata connotazione – è vivo e vitale. Poi, che la disponibilità alla condivisione (tipica della gente che ama la montagna) non si è inaridita per la presenza (sempre più pervasiva) dei nuovi strumenti di condivisione. Al contrario, cresce il numero di quanti – proprio attraverso i nuovi media – trovano lo stimolo per confrontarsi.
Confermato l’impianto di base (la condivisione), il Contest 2014 ha introdotto alcune novità che lo hanno sicuramente arricchito. Dalla presentazione (e le 60+60 parole sono una sfida niente male!) del blog e dell’autore, alla facoltà di concorrere con al massimo tre post.
Sessanta (numero che torna: chissà se c’è qualche significato esoterico!) blogger, per un totale che ha sfiorato i 140 post (anche in lingue estere, e si tratta dell’ennesima conferma della validità del Contest) hanno finito con l’impegnare a fondo la giuria.
Giuria che, in perfetta adesione alle caratteristiche del Contest (l’approccio digitale) ha lavorato in rete; affinando progressivamente la griglia di valutazione fino alla selezione finale.
Da ultimo, mi pare importante segnalare che – pur partendo da esperienze, sensibilità, culture diverse – i giurati hanno espresso valutazioni piuttosto convergenti. Il che, lungi dal postulare un angusto unanimismo, segnala – da una parte – la consistente sostanza dei blog in concorso; dall’altra, la capacità della giuria di ‘mettersi in ascolto’ di quelle proposte.
E questo saper ascoltare, in tempi di urla e strepiti, non è davvero poco!
Silvano Cavallet
presidente di giuria Blogger Contest.2014

Un ringraziamento speciale a tutti i blogger che, con la loro partecipazione, hanno dimostrando di credere nella scrittura sul web, per raccontare la montagna e soprattutto di amarla profondamente.
A tutti voi Autori, noti e meno noti, il concorso vi ha offerto la possibilità di farvi conoscere e apprezzare da un vasto pubblico di lettori e appassionati di montagna. Degna di nota è la stima e l’amicizia che che si è creata fra di voi nel commentare e nel apprezzare i rispettivi blog. E questo crediamo sia il vero successo del Blogger Contest.
Infine un sentito ringraziamento agli sponsor che hanno sostenuto questa 3a edizione: AKU trekking & outdoor footwear, Montura, Climbing Technology, Gabel, Rifugi delle Pale di San Martino e Rifugio Lagazzuoi. Senza dimenticare Le Dolomiti Bellunesi e l’associazione Gente di Montagna, insostituibili partner del BC.2014.
La Redazione di altitudini.it


La premiazione a Oltre le Vette, sabato 4 ottobre, 2014

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ti suggeriamo la lettura di questi post…

Redazione altitudini.it autore del post

Red. ≈altitudini.it | La redazione di altitudini.it racconta e discute di montagna e alpinismo.

8 commento/i dai lettori

Partecipa alla discussione
  1. Gabriele Villa
    Gabriele Villa il2 ottobre 2014

    1) Condivido in toto quanto ha scritto Lorenzo Filipaz: [Complimenti ad Altitudini che ha evoluto continuamente il contest, una continua espansione, sia nei numeri che nella qualità! C’è di che essere soddisfatti in solo tre anni di vita! Molto interessante la formula di quest’anno che ha permesso di far conoscere molte realtà del web “alpino”, prima ancora che persone.] Chi come lui, come me e pochi altri, ha partecipato ai tre Contest, può affermarlo con cognizione di causa, come dato di fatto, e non solo come impressione personale. Aggiungo solo una sottolineatura: il “coraggio” della redazione di altitudini nel guardare avanti, non accontentandosi dei risultati ottenuti, ma proponendo e sperimentando sempre nuove formule che vengono poi premiate da risultati concreti più che soddisfacenti.

    2) Sempre Lorenzo Filipaz ha richiamato l’attenzione su quella che è stata una questione reale della formula di quest’anno: [… in che senso avete giudicato sia post che blog? E i concorrenti che hanno partecipato con post pubblicati su Altitudini? O su Planet mountain o altre “testate” del web? Sono stati quindi penalizzati? Questa secondo me è una ambiguità ancora da sciogliere anche perchè una cosa è premiare un blog per la sua attività, un’altra è premiare un articolo / reportage / o quant’altro particolarmente bello o accattivante di un autore/autrice. Sono due cose che a parere mio andrebbero distinte, ….]
    Concetto ripreso e integrato da Stefano Lovison: […Vi è inoltre anche un lato redazionale da riconoscere… … che è l’espressione non solo estetica o effettistica di un momento, ma un progetto editoriale che nella sua continuità esprime al meglio i significati e la cultura di un blogger. Il pregio di questo Contest è proprio quello di mettere in contatto isole molto distanti tra loro e redattori che in una sola persona si sforzano di essere creatori, grafici, web-editor oltre che naturalmente appassionati di montagna …].
    Posso dire di avere avuto presente la questione fin da subito, perché al momento dell’iscrizione ho dovuto scegliere se partecipare scrivendo come redattore/gestore di http://www.intraigiarun.it (qualcosa a metà tra un sito web e un blog anche se non personale, che avrei anche avuto occasione di promuovere), oppure come blogger di Altitudini che ospita ogni tanto i miei scritti. Essendo il regolamento non precisamente definito, ho scelto la seconda ipotesi, per motivi personali di affezione, consapevole che sarebbe stato valutato un singolo scritto e non anche un lavoro di gestione di un blog o di un simil web magazine.

    3) Rimango sull’argomento, anche se sono passato al punto tre. La questione è reale e la redazione di Altitudini valuterà cosa fare in merito l’anno prossimo. Personalmente credo che il tutto vada visto nell’ottica di favorire la conoscenza di un variegato mondo che popola il web, stimolare interscambi, mettere in contatto “isole molto distanti tra loro” (come sottolinea Lovison), forse anche solo farle emergere dal magma della rete, portarle all’attenzione di chi ancora ha voglia di leggere di storie, di sensazioni, di esperienze dove la forza comunicativa è quella della passione, della riflessione, prima ancora delle prestazioni o del sensazionalismo. Da questo punto di vista credo che il risultato ottenuto dal Blogger Contest di quest’anno sia andato oltre le più rosee previsioni. Forse la formula è stata ancora una volta un poco “ruspante” (e quindi migliorabile), ma personalmente ritengo molto meglio produrre risultati come quelli ottenuti, piuttosto che stilare rigorose classifiche di merito. – http://www.intraigiarun.it

    • Redazione altitudini.it
      Redazione altitudini.it Autore il2 ottobre 2014

      Grazie Gabriele, da sempre questa redazione considera prezioso il tuo giudizio, la tua esperienza e collaborazione. Ti aspettiamo sabato a Belluno, anche per continuare questo dibattito. – red. altitudini.it

  2. Andrea Alberti
    andreaalberti il1 ottobre 2014

    Complimenti ai vincitori e a tutti i partecipanti.
    L’edizione di quest’anno ha raccolto in maniera nuova quanti si impegnano a parlare di montagna in versione digitale. E ne sono uscite moltissime sfaccettature interessanti che hanno saputo e sapranno legare sempre di più i tanti appassionati.
    Credo sia una pecularietà da sottolineare il modo attraverso il quale il contest venga pensato e si evolva cercando di coinvolgere sempre di più le persone.
    Un caro saluto a tutti, e ancora complimenti ai vincitori e agli organizzatori.
    Andrea – http://andreaalberti.wordpress.com

  3. Lorenzo Filipaz
    Lorenzo Filipaz il1 ottobre 2014

    Wow! Quest’anno mi ritrovo davvero molto nel giudizio della giuria! Finalmente Fre si riprende il primo posto che gli avevo rubato :-) stabilendo il record del primo pluripremiato del contest, con due giurie diverse poi! E con la qualità delle firme di quest’anno! Spero che ciò lo convinca del suo talento! Anche se credo non si faccia troppo condizionare dai giudizi altrui, ancorchè positivi. Ad ogni modo sono proprio contento della sua vincita e del mio pronostico!
    E finalmente c’è una donna tra i premiati! Non poteva essere diversamente visti i bei post di Simonetta Radice.
    Complimenti anche a Stefano Lovison che non conoscevo e che si rivela essere un’altra firma da seguire. Ho apprezzato molto “il crepaccio” (ma il Girgindl Peak esiste veramente? :-D – nel caso non esistesse apprezzerei il racconto ugualmente se non di più, sia ben chiaro ;-) )
    Complimenti a tutti ovviamente, ho apprezzato molto il contributo di Luca Chiarcos e dei “big” Alessandro Gogna e Maria Antonia Sironi, e non sono riuscito nemmeno a leggere tutti i post in concorso, molti li sto scoprendo solo ora…
    Complimenti ad Altitudini che ha evoluto continuamente il contest, una continua espansione, sia nei numeri che nella qualità! C’è di che essere soddisfatti in solo tre anni di vita! Molto interessante la formula di quest’anno che ha permesso di far conoscere molte realtà del web “alpino”, prima ancora che persone. Una botta di ottimismo.
    Un unico appunto: sebbene mi ritrovi sorpredentemente con il responso non ho ben capito il criterio del giudizio: in che senso avete giudicato sia post che blog? E i concorrenti che hanno partecipato con post pubblicati su Altitudini? O su Planet mountain o altre “testate” del web? Sono stati quindi penalizzati? Questa secondo me è una ambiguità ancora da sciogliere anche perchè una cosa è premiare un blog per la sua attività, un’altra è premiare un articolo/reportage/ o quant’altro particolarmente bello o accattivante di un autore/autrice. Sono due cose che par mio andrebbero distinte, è la stessa differenza che passa tra un alpinista e un montanaro, del primo si può apprezzare l’impresa in sé, del secondo si apprezzerà il modo di vivere il territorio, in questo caso di stare nel web… no?
    My two cents: prossimo anno create due categorie di concorso, miglior blog e miglior post, che ne dite?

    • Redazione altitudini.it
      Redazione altitudini.it Autore il1 ottobre 2014

      Ciao Lorenzo, grazie per la tua costante presenza come lettore e come qualificato autore o blogger che sia. Diamo un po’ di tempo alla giuria che si riprenda dallo sforzo, davvero notevole, e poi darà risposta ai tuoi quesiti. – redazione di altitudini.it

    • Alpine Sketches il2 ottobre 2014

      Ciao Lorenzo, purtroppo, sia da un punto di vista dell’invenzione narrativa che, soprattutto, dal mio vissuto dei fatti, il Girgindl Peak esiste come tutti i toponimi, luoghi e nomi descritti ne Il Crepaccio. Il dischiudersi delle pagine di un vecchio diario di viaggio ha fatto riemergere particolari ormai perduti nel tempo anche se il ricordo di certe esperienze rimane indelebile. E il Sergio che mi tese la mano è il compianto e mai dimenticato Billoro della scuola del Cai di Padova.
      Approfitto dell’occasione per congratularmi con Simonetta e Fre ma anche con i tantissimi compagni di blog cui ho potuto apprezzare e condividere i contributi, nei variegati stili e punti di vista riguardo la montagna.
      Come tenutario di un blog che si è sviluppato nel tempo, con l’alternanza nella sua maturazione di entusiasmi e inevitabili cali di tensione, penso che la tua proposta (adesso parlo con Lorenzo) di separare il riconoscimento per il post dal contenitore-blog sia interessante e per certi versi doverosa.
      Vi è inoltre anche un lato redazionale da riconoscere che forse non viene debitamente considerato che è l’espressione non solo estetica o effettistica di un momento, ma un progetto editoriale (che un prossimo domani non sarà più il blog ma un’altra cosa…) che nella sua continuità esprime al meglio i significati e la cultura di un blogger. Il pregio di questo Contest è proprio quello di mettere in contatto isole – incredibile, nel tempo della rete globale – molto distanti tra loro e redattori che in una sola persona si sforzano di essere creatori, grafici, web-editor oltre che naturalmente appassionati di montagna a 360°.
      Al di là del risultato personale ringrazio pubblicamente la Redazione di Altitudini e la Giuria per il gran lavoro svolto e l’enorme mole di contributi analizzati. – http://alpinesketches.wordpress.com

Lascia un commento